Rivista Franchising

Non c’è niente da fare: l’onda lunga del video marketing continua incontrastata la sua avanzata. Questo significa che, tra i contenuti online che possono aiutarci ad aumentare la visibilità del nostro brand, i video continuano a ricoprire una posizione di primo piano. Certo, il nostro sito web deve essere ricco di contenuti testuali interessanti e ottimizzati a puntino, ma talvolta non basta. Certe volte, infatti, è molto utile creare dei filmati aziendali e promozionali da smerciare sulle proprie pagine sui social network e su YouTube. Ma perché dovresti investire tempo, energie e risorse nella creazione di filmati?

Video editing, i tool che fanno la differenza

video editingI motivi, in realtà, sono davvero molti e differenti. Prima di tutto, è da sottolineare che alle persone piace guardare i video, in quanto sono più coinvolgenti di un testo o di una singola immagine, e per di più richiedono uno sforzo minore. Va inoltre sottolineato che il carico di informazioni che è possibile trasmettere attraverso un video di 30 secondi è incredibilmente più ampio di quanto invece si riuscirebbe a fare con un testo che richiede 30 secondi di lettura. Infine, vuoi davvero confrontare il carico emozionale di un video con quello di un post testuale? Non è certo un caso se i contenuti virali sono nella maggior parte dei casi proprio dei brevi filmati.

Produrre dei video efficaci, però, non è certo semplice. Anzi, oltre ad un certo livello, rivolgersi ad una troupe di professionisti diventa praticamente obbligatorio. Per produrre dei video semplici, però, è possibile muoversi in autonomia: con una reflex o perfino con uno smartphone dotato di una buona videocamera è infatti possibile girare dei videoclip di qualità eccellente.

Filmare una scenetta, un discorso o un processo produttivo è però solamente il primo passo. Il secondo step, spesso il più macchinoso, è invece quello dell’editing: diventa quindi indispensabile trovare degli strumenti semi-professionali – meglio se gratuiti – per editare in modo soddisfacente i nostri videoclip, così da poterli pubblicare in rete in tempi brevi e senza troppe noie.

Vuoi un consiglio su quelli che sono – a mio avviso – i migliori 3 software di video editing gratuiti disponibili in rete?  Eccoli qui, in ordine casuale.

Avidemux: gratuito, semplice e veloce, questo programma di video editing può essere scaricato e utilizzato davvero da chiunque, perché non necessità particolari requisiti a livello di pc. Per capire come utilizzare al meglio tutte le sue funzionalità, però, ti ci vorranno alcune ore.

iMovie: di certo chi è dotato di Mac lo conosce già. iMovie è infatti il tool di video editing gratuito di casa Apple, e come tale non presenta particolari criticità di utilizzo. Anzi, muoversi tra una funzionalità e l’altra è molto semplice.  Va sottolineata la possibilità di salvare i filmati in formati differenti.

Lightworks: il mio preferito. Anch’esso gratuito e semplice da usare, è in realtà un vero e proprio strumento di video editing professionale. Proprio così: lo uso io, lo usa il ragazzino che fa i video del cane con lo smartphone e lo usano anche ad Hollywood, per editare veri e propri film proiettati poi sui grandi schermi. Certo, questa professionalità ha un prezzo, in quanto non è facile trovare immediatamente tutte le funzionalità. Ma di certo vale la pena sbatterci la testa.

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Consulente di web marketing, formatore e autore. Nel tempo libero? "Mangio pizza e sushi (a volte insieme!), scatto foto con il mio iPhone e mi pettino. La barba!"