Rivista Franchising

Stefano Righini, 45enne romano, dopo un MBA e anni di esperienza nel marketing ha deciso di investire le sue competenze in uno scenario tutto digitale. Nel 2014 lancia NEWW s.r.l, una startup che opera come partner nella crescita online di fashion brand 100% italiani, dal design alla produzione che deve essere rigorosamente fatta in Italia. In pratica NEWW si occupa di pianificare e gestire il go-to-market dei marchi e di operare sui canali social con l’obiettivo di incrementare le vendite e la notorietà di marca dei propri clienti.

Stefano Righini, CEO di NEWW S.r

L’obiettivo di NEWW s.r.l, spiega Righini, è quello di accompagnare i brand italiani con produzioni di abbigliamento e accessori di fascia alta, a creare un’identità unica e personalizzata, identificando specifici target di consumatori così da instaurare fiducia e fidelizzazione verso il brand, per poi farli entrare nei principali mercati internazionali. La peculiarità di questa startup sta proprio nel loro modo di presentarsi: “siamo partner e non gestori, lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti per essere sempre allineati su progetti e decisioni. Un progetto chiavi in mano direi”, aggiunge Stefano Righini.

Perché NEWW è innovativa?

“Il bello è che ho scoperto che il 90 per cento delle aziende che producono moda di alta qualità ancora non vende online, quando nel mondo il fashion è quasi sempre la prima voce di spesa nell’e-commerce. Questo significa che c’è un enorme quantità di persone che non trova online i prodotti italiani che già compra offline”. Lo scopo primario della NEWW s.r.l è quindi di raggiungere quelle PMI italiane che operano nel settore della moda per farle entrare in contatto con le potenzialità di crescita offerte dell’ e-commerce. “La scommessa – aggiunge Righini – è portare un approccio manageriale insieme con un’esecuzione di livello avanzato anche per medie aziende con elevato potenziale, per portare l’hi-quality italiana in tutti i paesi dove c’è forte domanda: dai mercati più friendly come  Europa e USA fino al Giappone, Korea del Sud e Cina (che oggi vale più del doppio degli USA negli acquisti di moda online)”. 

Cosa significa NEWW?

Le novità offerte da NEW-Web

“NEWW vuol dire punto di svolta. Quando hai un’idea chiara di cosa vuoi e inizi a farlo: New
W-ay
(nuovo approccio),
New W-orld
(nuovo mondo), New W-eb (nuovi modi di usare il web)”.

L’idea di novità è quindi un po’ il “core value” alla base del vostro operato, ma da chi è formata la squadra NEWW?
“Il team è formato soprattutto da ‘marketing people’ con backgorund e cultura internazionale, per gestire vendita e comunicazione in lingua locale. Gestiamo, quelle che possono sembrare normali attività di pianificazione editoriale, in accordo con l’agenda commerciale e di produzione dell’azienda stessa, facendo in modo che il prodotto visto ad esempio su Instagram sia realmente nuovo e pronto per la vendita anche sullo store online, e se l’utente chiede informazioni, ci trovi pronti a rispondere nella sua lingua
”.

Con quanto capitale siete partiti e quanto avete raccolto? 

“Il capitale di partenza è arrivato principalmente grazie ad amici, famiglia e ‘supporter’ del progetto. Dopo diversi discorsi canonici ho deciso di non aspettare il permesso di nessuno per partire, neanche degli investitori. E devo dire che, ad oggi, raddoppiamo il fatturato ogni anno e stiamo ripagando la scommessa.”

Obiettivi di crescita nel medio e lungo termine?            

“Dare voce alle idee degli stilisti”

“La nostra strategia di crescita è delineata, siamo gli apripista per i brand italiani che dovranno arrivare dall’Italia all’Europa, dagli USA a tutta l’America, fino alla Cina, Giappone, Korea , India, Australia  e così via. Il nostro obiettivo è creare micro-multinazionali digitali, grazie al costo delle tecnologie sempre più contenuto e alla velocità di crescita dell’online, un’azienda italiana può raggiungere più mercati in 5 anni di quanti ne abbia raggiunti offline in 50”.

 

Rivista Franchising