“Vedi Napoli e poi muori” .Tutti conosciamo questo detto le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Si dice che sia stato un anonimo poeta innamorato della città a coniare questa espressione. L’intento era, ovviamente, quello di sottolineare l’incommensurabile bellezza di una città ricca di storia, arte e cultura. Una città meravigliosamente complessa che non aveva – e non ha – eguali al mondo, che arriva dritto al cuore e non lascia indifferenti, una città così unica e particolare da rendere indispensabile visitarla almeno una volta nella vita. Napoli, la cui origine si perde tra il mito e la leggenda, ha sempre avuto un ruolo centrale nella storia d’Italia e per il bacino del Mediterraneo, culla di un sapere illuminato e progressista, così in anticipo sui tempi da essere la città in cui fu fondata la prima Università Statale e laica dell’occidente: l’Università Federico II. In tempi più recenti, le sue stazioni dell’arte della metropolitana – connubio tra fruizione dei mezzi pubblici ed esposizione di arte contemporanea – sono state premiate come le più belle e impressionanti d’Europa, con particolare riferimento alla fermata di via Toledo.

Il 19 e 20 maggio,
alla Mostra
d’Oltremare,
appuntamento con
il primo salone del
franchising del
Mediterraneo

La città del Vesuvio, incastonata tra il blu del mare e l’imponenza del vulcano in grado di resistere a re, imperatori, tumulti ed eruzioni e di rinascere reinventandosi, ogni volta, in una nuova veste e con una nuova anima. Napoli è una città in costante cambiamento, piena di vita, sole e imprevedibilità che sta cercando di riappropriarsi di quel ruolo centrale che le spetta di diritto. Negli ultimi anni infatti la città ha ripreso a vivere di turismo, anche grazie alla facilità di raggiungerla sia con i treni ad alta velocità sia con un sempre maggior numero di voli. Proprio per i suoi mille volti e le sue mille sfumature, è stata anche scelta come location d’eccezione dagli stilisti Dolce e Gabbana per festeggiare i loro trent’anni di attività. E la Apple ha deciso che il capoluogo campano fosse il posto giusto per dare vita alla prima Ios Academy d’Europa. È in questo contesto di rinascita e voglia di riscatto che si inserisce il primo salone del franchising del Mediterraneo, manifestazione dedicata al retail, al franchising e all’imprenditoria. Napoli, città avvezza alle sfide e al cambiamento, in grado di rinnovarsi costantemente è quindi il luogo ideale per accogliere Expo Franchising Napoli, che si terrà il 19 e 20 Maggio presso la Mostra d’Oltremare, cornice unica e pezzo di storia di tutto il Mezzogiorno, polo fieristico aperto nel 1940 da sempre punto di riferimento non solo per i partenopei ma per professionisti e aziende provenienti da tutto il mondo che la scelgono per i loro eventi. fiera del franchising

Expo Franchising Napoli è la nuova sfida fieristica di Progecta, realtà fortemente radicata sul territorio che da oltre vent’anni è specializzata nel creare incontri professionali nel comparto fiere e MICE in un’ottica business oriented. “Expo Franchising Napoli è la fiera dove il commercio tradizionale si fonde e confonde con l’evoluzione della distribuzione, il luogo ideale per emergere sul mercato”. Il Salone rispecchia la città: innovativa, aperta a tutti gli ambiti e a tutti i settori, in grado di coinvolgere e raccontare antiche e nuove realtà imprenditoriali, start up e idee di giovani pronti a mettersi in gioco. Nei due giorni di evento, oltre alla possibilità di incontrare imprenditori, finanziatori e aziende, si terranno anche workshop formativi, convegni e micro master. Un salone che vedrà diramarsi da Napoli progetti e aziende in tutto il mondo. D’altra
parte la Campania è la quarta regione italiana e la prima del Mezzogiorno per numero di
start up.

Qui, l’innovazione è di casa. Che lo spettacolo abbia inizio.

Angioletto De Negri
Progecta Srl

Per ulteriori informazioni sulle opportunità di business contatta: redazione@start-franchising.it