Le fiere slow nell’era fast

Di chi mi posso fidare? E’ la domanda chiave prima della firma di qualsiasi contratto. E per arrivare a una risposta vantaggiosa, la velocità dei contatti digitali non basta

0
Fiere Salone Franchising
Viviamo nell’era del web, dei social network, degli smartphone, della realtà virtuale, della connessione h24. E allora, ha senso partecipare a una fiera di settore?

 
La risposta è: assolutamente sì. Perché, pur vivendo in un’epoca in cui la tecnologia è parte integrante della nostra quotidianità e i contatti interpersonali avvengono molto spesso nel mondo virtuale, resta di fondamentale importanza il rapporto diretto, guardarsi negli occhi, incontrarsi e condividere. In questo contesto la fiera rappresenta, sia per le aziende sia per chi intende intraprendere un nuovo business, il luogo fisico per eccellenza in cui incontrarsi e avviare nuovi progetti.

Che cosa ci guadagna una azienda
Dal punto di vista delle aziende, la fiera è lo spazio di aggregazione che permette, in pochi giorni, di far conoscere la propria attività, presentare le novità, capire le nuove tendenze del mercato e confrontarsi con la concorrenza. Consente inoltre di avere un riscontro immediato in termini di contatti ottenuti e contratti chiusi e rappresenta un ottimo investimento pubblicitario in grado di generare un importante risultato commerciale, ovviamente a patto di scegliere la fiera giusta. La presenza a fiere ed eventi di settore rappresenta un modo veloce di promuovere l’attività e raggiungere un interessante numero di potenziali clienti. La fiera rappresenta il giusto contesto per le start up, per le aziende straniere che vogliono penetrare un altro mercato oltre che per le aziende decise a consolidare la propria posizione sul mercato. È anche il luogo in cui nascono progetti di partnership e accordi commerciali e dove si possono seguire sessioni di formazione e seminari che permettono di aggiornarsi su argomenti di interesse specifico.

Che cosa ci guadagna un visitatore
Le opportunità generate da una fiera sono moltissime e tutte estremamente valide. In particolare, i saloni dedicati al franchising offrono la possibilità di diventare imprenditori con il supporto di un’azienda leader di mercato che trasferisce il proprio know-how esclusivo e la conoscenza del settore, riducendo così il rischio d’impresa. Di fatto, partecipare a un evento dedicato al franchising come visitatore interessato a intraprendere un business significa poter scegliere tra le molteplici e variegate opportunità offerte, confrontandosi con chi ha i propri stessi interessi, toccando con mano la solidità e la professionalità di un’azienda, cogliendo l’opportunità – anche grazie all’empatia che si genera grazie a un incontro diretto con il nostro interlocutore – di avviare nuovi progetti. In un periodo in cui lo storico posto fisso non esiste più, il franchising rappresenta una valida quanto remunerativa alternativa. Nel caso di imprenditori di lungo corso, il franchising può rappresentare un valido asset finanziario offrendo la possibilità di diversificare i propri investimenti. Per investire e impegnarsi in un nuovo progetto imprenditoriale sono necessari una conoscenza approfondita e diretta del business a cui si aspira, appuntamenti face to face, parlare, stringere mani, guardarsi negli occhi, stabilire quell’empatia e quella fiducia che soltanto un incontro di persona può consentire. È guardandosi negli occhi che si firmano i contratti e si decide il proprio futuro.

CONDIVIDI