Rivista Franchising
WeDoFabLab
WeDoFabLab propone un’iniziativa che premia le idee innovative che coniugano il mondo del digitale e l’artigianato.

ROMA- Arriva l’iniziativa promossa dall’associazione culturale WeDoFabLab “il coraggio di innovare tra artigianato e digitale” che si propone, tra le altre cose, di incentivare l’imprenditoria femminile. We Do FabLab è un laboratorio di fabbricazione che offre la possibilità all’utente di creare prodotti personalizzati o di migliorare quelli già esistenti. Secondo Web Do Fablab, inoltre, “il valore aggiunto della collaborazione partecipativa e della filosofia open source e open design rappresentano un grande potenziale per sviluppare nuove idee e competenze“.
In collaborazione con il Movimento Donne Impresa di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale, l’iniziativa dell’associazione culturale intende far incontrare talenti e premiare, allo stesso tempo, le idee innovative che coniughino il mondo del digitale con l’artigianato. Per partecipare al concorso c’è tempo fino al 2 maggio 2018.

WeDoFabLab, tra artigianato e digitale: destinatari, requisiti e premi

Potranno partecipare al progetto tutti coloro che risiedono in Italia senza distinzioni di genere o età, ma verrà data la priorità del 50% dei progetti alle iniziative presentate dalle donne. Saranno selezionati massimo 10 progetti, ma alla fine verranno nominati solo due vincitori. Le idee presentate saranno valutate dalla commissione che attribuirà un punteggio a seconda dell’originalità, innovatività, funzionalità, abbinamento tra artigianato e digitale, industrializzazione, completezza della documentazione ed efficacia della presentazione orale del prodotto. Si aggiudicheranno la vincita i migliori prodotti innovativi che riguardino qualsiasi ambito produttivo e creativo purché combinino un metodo di fabbricazione digitale ed artigianale. Assistiti da un team di esperti, i vincitori potranno creare il prototipo del proprio prodotto nel laboratorio dell’associazione culturale WE DO FABLAB. In aggiunta, per i vincitori è previsto un ulteriore premio di cento euro da utilizzare per comprare le materie prime che serviranno a realizzare il progetto e le idee verranno pubblicizzate attraverso i social network dei partner, i siti e le testate giornalistiche locali.

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Aspirante giornalista pubblicista e studentessa di Giurisprudenza della Federico II di Napoli. Ha collaborato con alcuni portali di social journalism e lavorato per alcuni marketplace come articolista e ghostwriter. Ama i telefilm, la musica e sin dalla tenera età adora viaggiare.