Rivista Franchising

ROMA- Oggi la rubrica sulla vita lavorativa va in vacanza e si concede un piccolo break per dedicarsi alle più belle (e strane) tradizioni natalizie nel mondo.

In Italia si sa, fra panettoni, cenoni, tombole e brindisi il Natale è la festa da passare in famiglia per antonomasia, ma sarà così anche nel resto del mondo? Scopriamolo insieme!

In Gran Bretagna, ad esempio, si è soliti preparare il Chistmas Cracker, ovvero un tubo di carta che viene posizionato sul piatto di ogni commensale. Il tubo, che ha la forma di una caramella, viene aperto secondo un rituale ben preciso: braccia incrociate e usando la mano destra si mantiene il proprio Cracker, mentre con la sinistra si apre quello del vicino. All’interno del tubo che si apre scoppiando, si può trovare un bigliettino, oppure un piccolo regalino. Un’altra tradizione è quella del Boxing Day, il 26, anticamente era il giorno dedicato alla consegna dei regali alla servitù, mentre oggi è una giornata di shopping per tutta la popolazione.

La Finlandia, si sa, è la patria di Babbo Natale, e per questo, una delle tradizioni più importanti per i bambini è quella di guardare dalla finestra in attesa dell’arrivo del loro beniamino Joulopukki (nome in finlandese). Le uniche informazioni che si hanno sulla figura del nonnino più buono del mondo riguardano sua moglie, Mamma Natale, con cui vive in una montagna chiamata Korvatunturi! Fra le renne che trainano la slitta, la preferita è Rudolph, caratterizzata da un naso rosso e luminoso.

I bambini spagnoli, invece, devono aspettare l’arrivo dei Magi per ricevere i propri regali e in tutte le città si svolgono delle celebrazioni note come la cavalcata de los reyes, in cui i Magi lanciano al loro passaggio caramelle e piccoli doni. Il 28 dicembre, invece, Barcellona diventà la città degli scherzi, come da tradizione.

Nelle Filippine il sabato prima della vigilia si tiene un’importante festival di lanterne, a San Fernando, definita proprio la “Capitale del Natale” per l’importanza della sfida, in cui partecipano undici baranggay (villaggi) in una gara alla lanterna più elaborata.

Anche in Giappone, nonostante le festività natalizie non siano particolarmente sentite, è nata una moda che farebbe inorridire qualsiasi nonna italiana: il giorno di Natale, per pranzo, si ordina pollo fritto ad una delle più importanti catene mondiali, Kentucky Fried Chicken, che per l’occasione propone anche un menù natalizio, sponsorizzato proprio sul sito ufficiale KFC Japan.

 

 

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Aspirante giornalista, si divide tra l'università e la passione per la scrittura. Dinamica e solare, ama l'arte soprattutto nel cinema e nella musica. Spera di trovare presto il proprio posto nel mondo.