Rivista Franchising

H&M foundation, Global Change Award, premio, 300.000 euro, team italiano, pelli sintetiche, vinificazioneROMA – Il futuro e l’innovazione sembrano aver trovato casa in Italia. Un team composto proprio da quattro italiani si è infatti aggiudicato lo scorso 6 Aprile il prestigioso premio internazionale Global Change Award promosso dalla H&M Fondation. Durante le cerimonia tenutasi presso la City Hall di Stoccolma, Rossella e Valentina Longobardo, Gianpiero Tessitore e Francesco Merlino  sono stati premiati con una somma in denaro pari a 300.000 euro per il progetto “Grape Leather”. La fondazione legata alla grande azienda di moda in franchising ha infatti deciso per il secondo anno consecutivo di premiare con un milione di euro i cinque migliori progetti che promuovessero una produzione industriale ecologica e senza sprechi. Grape Leather è, dunque, uno dei vincitori del primo premio del concorso. L’idea innovativa della squadra italiana scelta dal pubblico di tutto il mondo attraverso una votazione online, che si è svolta dal 27 Marzo al 2 Aprile, consiste nella produzione di una pelle sintetica, ottenuta dagli scarti della vinificazione. Lo scopo di questa invenzione è, da un lato, quello di mettere fine allo sfruttamento degli animali, e dall’altro eliminare il bisogno di petrolio per la produzione di pelli sintetiche. Il premio rappresenta quindi per i vincitori la possibilità di realizzare il proprio progetto, partendo da un anno di supporto per lo sviluppo delle loro idee fornito dalla H&M Foundation.

Rivista Franchising