Rivista Franchising

ristorazioneNAPOLI – L’imprenditoria riparte e si espande al Sud grazie ai numerosi investimenti nel campo della ristorazione. Negli ultimi cinque anni, infatti, le aperture di bar e ristoranti hanno registrato un aumento del 10%. Le ragioni del fenomeno sono molteplici: dai ritmi frenetici che portano gli italiani a mangiare sempre più spesso fuori casa, alla passione per la cucina nostrana, passando per il cosiddetto effetto Masterchef, ovvero il successo mediatico riscosso dai programmi televisivi dedicati al mondo culinario.

I dati sul fenomeno della ristorazione

Come reso noto dall’Osservatorio Confesercenti la crescita maggiore si è avuta proprio al Sud, con ben 115.148 nuove aperture contro le 100.189 del Nord Ovest, le 74.097 del Nord Est e le 82.633 delle regioni centrali. Nel 2016 sono stati aperti 22.699 nuovi locali in Sicilia, 20.932 in Puglia e 33.580 in Campania, che registra dunque il numero più alto di incrementi. Quest’ultima superata solo dalla Lombardia a Nord con 57.856 nuove aperture tra bar e ristoranti, e dalla regione Lazio al centro con 41.157 nuovi esercizi. Le conseguenze più interessanti di questo boom di aperture riguardano il mondo dell’occupazione: secondo una previsione di Confesercenti, infatti, nei prossimi due anni si potrebbero avere 100.000 nuovi posti di lavoro.

Rivista Franchising