Rivista Franchising
resto-al-sud
Resto al sud, procedura di finanziamenti per i giovani imprenditori

ROMA- Resto al sud è una nuova procedura di finanziamenti gestita da Invitalia che aiuta i giovani under 35, residenti al sud, a sviluppare la propria impresa. I finanziamenti saranno erogati in base al decreto di legge numero 91 varato il 20 giugno 2017, come si legge sulla Gazzetta Ufficialeal fine di promuovere la costituzione  di  nuove  imprese nelle regioni Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia, da parte di giovani imprenditori“. La somma complessiva erogata a favore del Fondo Sviluppo, per il programma di coesione 2014-2020 sarà  di 1.250 milioni di euro.

Resto al sud: finanziamenti a fondo perduto

Domenico Arcuri
Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia

Ogni giovane socio avrà la possibilità di finanziare la propria impresa fino ad un tetto massimo di 40.000 euro. Se i soci di ogni progetto sono ad esempio 4, potranno richiedere di finanziare il proprio progetto per 160.000 euro. La somma di denaro non dovrà essere tutta restituita. Infatti, come si legge sulla Gazzetta Ufficiale “I finanziamenti sono così articolati: a) 35 per cento come contributo a fondo perduto erogato dal soggetto gestore della misura; b) 65 per cento sotto forma di prestito a tasso zero, concesso da istituti di credito in base alle modalità definite dalla convenzione“. Il 65 per cento del prestito dovrà essere restituito nell’arco temporale di 8 anni.

Rivista Franchising