Miroglio Fashion si rinnova e punta su nuovi investimenti

elena mirò; fashion; miroglio fashion; moda; motiviMILANO – Miroglio Fashion si rinnova con un nuovo assetto. La società che riunisce brand come Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò, Caractère, Per Te by Krizia, Luisa Viola e Diana Gallesi ha, infatti, puntato su un nuovo amministratore delegato, Hans Hoegstedt, che ha riportato la società in attivo negli utili dopo la crisi che ha colpito il mondo della moda a buon prezzo, soppiantata negli ultimi anni dalle catene a prezzi economici.

Miroglio Fashion: il riassetto

Il cambiamento è iniziato a fine 2016, con l’arrivo di Hoegstedt, che ha messo a punto un riassetto interno dell’azienda, puntando tutto sulla distribuzione capillare dei propri brand, e alla valorizzazione dei 65 stilisti, 42 modellisti e le 11 sarte dell’azienda.ceo; miglioro fashion

L’obiettivo principale, spiega l’amministratore, è il cliente: “Vogliamo creare una relazione positiva con la cliente, un rapporto umano e autentico che possa fare sentire ogni donna come a casa propria: accolta, seguita e coccolata”, per questo l’azienda ha deciso di investire maggiormente sui quattro brand principali come Motivi, Oltre, Fiorella Rubino ed Elena Mirò lavorando con campagne pubblicitarie che hanno coinvolto anche personaggi dello spettacolo come Vanessa Incontrada, showgirl di origini spagnole, per Elena Mirò e Noemi, fortunata e talentuosa vincitrice di X Factor, per Fiorella Rubino.

Il 2017 è stato l’anno dei grandi investimenti per il gruppo Miroglio Fashion, che ha inserito molte novità come la tecnologia RFID e cioè l’etichetta tracciante, le casse intelligenti realizzate con Oracle su tutta la catena dei negozi, fino al “Borsino” che combina intelligenza artificiale e l’esperienza del personale per il riassortimento del magazzino centrale e lo scambio dei capi tra negozi. A breve sarà attiva la nuova piattaforma di e-commerce per i principali brand grazie al supporto di Salesforce Commerce Cloud, uno dei più grandi operatori nel settore a livello mondiale.

La presidente della società, Elena Miroglio, ha commentato così il +18% dei ricavi del primo trimestre del 2017: “I momenti di crisi possono diventare grandi opportunità se si riesce a intuire il percorso e ad accettare il mutamento. Noi lo stiamo facendo con il prezioso contributo di Hans Hoegstedt, un manager di visione internazionale con esperienza in diversi settori e una notevole sensibilità per i temi della moda e della cultura d’impresa italiana, di cui tutto il Consiglio apprezza la spinta innovativa. Per tutte queste ragioni, abbiamo deciso di sostenere il suo piano industriale con un investimento di 40,8 milioni di euro, di cui 19,5 milioni per il marketing, 17,4 milioni per il piano di rinnovamento dei negozi e 3,9 milioni per i nuovi progetti IT. I risultati che vediamo nel primo trimestre ci fanno ben sperare per il futuro”.

CONDIVIDI
Aspirante giornalista, si divide tra l'università e la passione per la scrittura. Dinamica e solare, ama l'arte soprattutto nel cinema e nella musica. Spera di trovare presto il proprio posto nel mondo.