L’Anas per Natale regala la Salerno-Reggio Calabria al Meridione

A2, AUSTOSTRADA DEL MEDITERRANEOCOSENZA – L’autostrada Salerno-Reggio Calabria è stata finalmente completata. Con l’apertura al traffico della Galleria Laria e la chiusura dell’ultimo cantiere, terminano: i lavori ininterrotti, i disservizi, i cantieri perpetui e i kilometri e kilometri di code che durano da 55 anni. Il ministro delle Infrastrutture Delrio ed il presidente di Anas, Azienda Nazionale Autonoma delle Strade, Gianni Vittorio Armani, hanno percorso l’intero tracciato fino a Villa San Giovanni, dove il premier Gentiloni ha ufficialmente inaugurato la ormai ex “eterna incompiuta”. Il presidente del Consiglio all’inaugurazione cita Troisi: “Scusate il ritardo” scherza, ma poi continua “abbiamo mantenuto la parola di un impegno che avevamo preso”. Lunga 436 km, l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria cambia nome in A2-Autostrada del Mediterraneo ed inizierà in località Fisciano (Sa), dove ha sede l’Università degli Studi di Salerno, e terminerà a Villa San Giovanni (Rc) porta di accesso alla Sicilia e naturale conclusione dell’itinerario internazionale E45. “Da simbolo negativo di eterna incompiuta d’Italia ad esempio positivo di una grande autostrada moderna ed efficiente” queste le parole soddisfatte del presidente Anas, che ribadisce quanto “l’Autostrada del Mediterraneo, con un itinerario che attraversa il cuore meridionale del Belpaese, divenendo essa stessa meta e luogo di sosta, sarà in grado di generare circuiti di opportunità per il territorio”.