Rivista Franchising
Incentivi per l'imprenditoria
Arrivano gli incentivi per l’imprenditoria nell’area sisma centro Italia.

ROMA- Arrivano gli incentivi per l’imprenditoria nell’aria del sisma centro Italia. Con il termine “area sisma centro Italia” si fa riferimento a quei comuni italiani del centro Italia (in Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria) che sono stati devastati dagli eventi sismici del 2016 e del 2017. Tante furono le vittime coinvolte nel primo terremoto che, nel 24 agosto 2016 alle 3 e 36 del mattino, infuriò nel cuore del Paese causando gravi danni territoriali. Tante furono anche le vittime soccorse e salvate dalle macerie dai Vigili del Fuoco e dal Soccorso Alpino. Con la circolare del Direttore generale per gli incentivi alle imprese, del 12 marzo 2018, si è voluto dare attuazione all’Accordo di programma sottoscritto il 31 ottobre 2017 e finalizzato ad incentivare le attività imprenditoriali delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria. Una misura, quindi, volta a rilanciare l’imprenditoria e a sostenere l’aumento dell’occupazione nei territori tristemente coinvolti.

Incentivi per l’imprenditoria dell’area sisma centro Italia: la presentazione delle domande e le iniziative ammissibili

Le domande per le agevolazioni imprenditoriali dovranno essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.a. – Invitalia, a partire dalle ore 12.00 del 10 maggio 2018 fino alle ore 12.00 del 9 luglio 2018. Le domande presentate saranno sottoposte ad una verifica sulla presenza dei requisiti stabiliti per i finanziamenti. Saranno, poi, create quattro graduatorie territoriali di ammissione e, in ultimo, valutate le domande secondo l’ordine della graduatoria. Le iniziative che potranno richiedere il finanziamento sono quelle che, realizzate nelle regioni colpite dal terremoto, avranno l’obiettivo di attuare:

  • programmi di investimento produttivo;
  • programmi di investimento finalizzati a tutelare l’ambiente con spese non inferiori a 1,5 milioni di euro;
  • programmi occupazionali volti ad aumentare o mantenere il numero degli addetti all’unità produttiva, oggetto dell’investimento, attiva da almeno un biennio.

 

 

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Aspirante giornalista pubblicista e studentessa di Giurisprudenza della Federico II di Napoli. Ha collaborato con alcuni portali di social journalism e lavorato per alcuni marketplace come articolista e ghostwriter. Ama i telefilm, la musica e sin dalla tenera età adora viaggiare.