Rivista Franchising

business musicaleRoma- Il Business musicale accoglie nel suo mercato un nuovo player : Facebook.
La multinazionale americana, lancia un segnale alla concorrente di casa Google, YouTube, circa la condivisione di contenuti video e filmati musicali. Stringendo un accordo con la Universal Music Group, Facebook ha assicurato ai propri utenti, una pluriennale licenza per pubblicare le musiche del catalogo dell’etichetta. Gli obiettivi della partnership sono: fornire agli utenti un nuovo tipo di esperienza basato sulla musica e sullo sharing, e creare una comunità mettendo in relazione artisti e fruitori di musica. “Esiste una relazione magnetica tra musica e costruzione della comunità. Siamo entusiasti di renderlo vivo su Facebook, Instagram, Oculus e Messenger in collaborazione con Universal Music Group. Gli amanti della musica, gli artisti e gli scrittori saranno tutti a casa mentre apriamo creatività, connessione e innovazione attraverso musica e video“, ha dichiarato Tamara Hrivnak, capo della strategia musicale globale e sviluppo business di Facebook.

Business musicale: l’accordo tra Facebook e Universal

L’accordo siglato tra i due colossi “consente ai fan di esprimersi con la musica dei più grandi artisti del mondo su Facebook, Instagram e Oculus“, si legge sul sito della Universal.
Gli utenti del social, e delle altre piattaforme controllate dall’azienda, tra cui Instagram, potranno condividere sui propri profili, i filmati contenenti le musiche della Universal, senza il rischio di infrangere le leggi sul copyright e i regolamenti che vietano la riproduzione e portano alla censura dei video postati senza licenza. Il vicepresidente esecutivo della Digital Strategy della Universal Music Group, Michael Nash ha aggiunto: “insieme, Facebook e Universal stanno creando un nuovo modello dinamico di collaborazione tra aziende musicali e piattaforme social per far avanzare gli interessi della registrazione di artisti e cantautori e allo stesso tempo migliorare l’esperienza musicale social dei loro fan. Questa partnership è un primo passo importante per dimostrare che l’innovazione e l’equo compenso per i creatori di musica si rafforzano a vicenda e prosperano insieme. Non vediamo l’ora che Facebook contribuisca in maniera significativa a creare un ecosistema sano per la musica, a beneficio degli artisti, dei fan e di tutti coloro che investono nel portare la grande musica nel mondo“.

Rivista Franchising