Rivista Franchising
H&M, energie rinnovabili, Svezia, abiti usati, combustibile, vasteras
Svezia, il colosso della moda H&M fornisce i suoi abiti dismessi per la produzione di energia

VASTERAS – Arriva dalla Svezia l’ultima novità in tema di energie rinnovabili. Nella città di Vasteras, a Nord Ovest di Stoccolma, sorge infatti un innovativo impianto energetico che utilizza vecchi capi d’abbigliamento del colosso della moda H&M come materiale combustibile al posto del carbone. L’originale idea si deve all’azienda Malarenergi, società che fornisce elettricità e riscaldamento a privati e aziende in tutta la Svezia. Lo scopo è quello di adeguarsi, entro il 2020, al resto del Paese, abbandonando completamente l’utilizzo di carburanti fossili per la produzione di energia e calore. Da qui, l’intuizione di bruciare legno e rifiuti riciclati di vario tipo, tra cui appunto abiti dismessi e non più vendibili dell’azienda H&M.

energie rinnovabili
Johanna Dahl, responsabile comunicazione H&M Svezia

Energie rinnovabili, Malarenergi utilizza abitati scartati da H&M per la produzione di energia

A tal proposito Johanna Dahl, responsabile per la comunicazione di H&M in Svezia, dichiara alla rivista Bloomberg: “H&M non brucia nessun vestito che potrebbe essere utilizzato; ma è nostro dovere legale assicurarci che vengano distrutti quei vestiti contenenti muffa o che non rispettano le nostre regole piuttosto rigide circa la composizione chimica dei materiali”. Allo stesso modo Jens Neren, responsabile addetto al reperimento della materia prima da bruciare nella centrale, garantisce che i vestiti di H&M bruciati dall’impianto sono per l’azienda “materiale combustibile”. Malarenergi ha infatti un accordo con la vicina città di Eskilstuna, che fornisce alla centrale di Vasteras rifiuti combustibili, tra cui alcuni provenienti dallo stabilimento H&M della stessa città. Solo nel 2017 sono state bruciate circa 15 tonnellate di abiti scartati da H&M e 400.000 di rifiuti in generale, stando alle dichiarazioni di Neren. Oltre che dalle vicine città svedesi, carichi di rifiuti combustibili arrivano anche dalla Gran Bretagna. L’impianto Malarenergi di Vasteras fornisce in questo modo energia e calore a circa 150.000 abitazioni.

Rivista Franchising