Rivista Franchising
Chatty Cafè Costa
Chatty Cafè: un caffè per due.

REGNO UNITO – Chatty Cafè è la nuova iniziativa di Costa, la nota catena britannica di caffetterie, per incoraggiare le conversazioni tra i clienti ai tavoli  “Chatter and Natter” in-store, in 300 filiali in tutto il Paese.

Chatty Cafè: il progetto di Costa per favorire l’interazione

Chatty Cafe è solo una piccola parte del progetto Force For Good. L’iniziativa, infatti, è partita lo scorso anno ed è già presente in una serie di bar e caffè Costa. L’ideatrice,  Alexandra Hoskyn di Oldham, ha, avuto l’idea dopo aver visitato un supermercato con il figlio di quattro mesi, notando come le caffetterie, da sempre, giochino un ruolo importante all’interno delle comunità, fungendo da punto di incontro per le persone. Con la solitudine e l’isolamento sociale in ascesa, sentirsi parte di una comunità diviene importante; tramite un  sondaggio effettuato su un campione di 2500 persone, Costa ha evidenziato come  il 75% delle persone necessiti di maggiore interazione, contro il 21% che si sente più sicuro dopo aver avuto una conoscenza virtuale. Attraverso l’introduzione dei “Chatter and Natter”, veri e propri tavoli in store, gli utenti possono condividere lo stesso spazio e fare conoscenza, sorseggiando il proprio caffè. Una volta entrato nei Costa Cafè, infatti, il cliente deve semplicemente cercare il Chatter & Natter table, creato appositamente per permettere alle persone di parlare di vari argomenti. Uno spazio, dunque, per combattere la solitudine, per avere un impatto sulla giornata di qualcuno ed incoraggiare una comunicazione umana vecchio stile.

Chatty Cafè
Chatty Cafè: l’interazione secondo Costa.

Il programma Force for Good di Costa inoltre, prevede lo sviluppo ulteriore di attività di beneficenza, per sostenere gli enti e le comunità locali. Si prevede che  l’iniziativa potrà essere adottata in oltre 300 filiali a livello nazionale e probabilmente questo  format si svilupperà anche nel resto dell’ Europa, attraverso la formula franchising.

 

 

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Linguista e scrittrice. Ha conseguito esperienze in campo nazionale ed internazionale, ricoprendo il ruolo di mediatrice per la difesa dei diritti umani e la risoluzione di conflitti globali. Adesso è impegnata ad acquisire tutte le competenze per poter fare del giornalismo la propria professione.