Rivista Franchising
Baby Tech, innovazioni, neonati, genitori, Stati Uniti, Amazon, Cina
Baby Tech, arrivano i gadget tecnologici per neonati e genitori.

ROMA – Baby Tech, l’ultima tendenza che arriva dal mondo della tecnologia e dell’innovazione, è l’insieme di tutti i prodotti e servizi digitali pensati appositamente per l’infanzia. Senza lasciarsi trarre in inganno dalla “definizione”, è però necessario precisare subito che i veri destinatari di questi super-gadget all’avanguardia per i più piccini sono, in realtà, i loro genitori. Da ciucci e biberon dotati di Bluetooth a passeggini con Gps e pupazzi che ascoltano, parlano e registrano, quello del Baby Tech è un vero e proprio mercato che negli ultimi anni ha coinvolto grandi marchi, quali Philips e General Electric. Ad entrare a far parte del giro è anche Amazon, il colosso americano dell’e-commerce, che all’ultima edizione del CES ha presentato Project Nursery, il primo Baby Monitor gestito da Alexa, il suo assistente virtuale.

Baby Tech, Amazon presenta Project Nursery

In arrivo nel corso di questo mese negli Stati Uniti al costo di 200 dollari, e per il momento destinato a non approdare anche oltreoceano, Project Nursery è un dispositivo che nasce con l’intento di “prendere ordini” dalla mamma. Gli si può chiedere, ad esempio, di suonare una ninna nanna, misurare la temperatura della stanza in cui dorme il piccolo o, ancora, registrare un video. L’intelligenza artificiale ascolta ed esegue i comandi del genitore, liberandolo così da alcune pratiche incombenze.  A farsi davvero largo nel mondo del Baby Tech, però, non sembrano essere gli Stati Uniti, ma la Cina. La grande potenza economica orientale ha portato a termine nel settore operazioni commerciali da diversi milioni di dollari, che la consacrano come il vero soggetto modernizzatore dell’infanzia. In Europa, al contrario, pare esserci qualche resistenza alla diffusione di questi dispositivi. Non resta che attendere e stare a vedere se le cose faranno o meno il loro corso.

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Giovanna Matrisciano è una giovane studentessa di lingue e letterature straniere. Parla fluentemente l'inglese, il tedesco e mastica anche un po' di francese. Appassionata di cinema, serie tv e romanzi, ama le parole come forma d’arte per questo ha deciso di seguire anche la carriera giornalistica.