Baby Life, l’asilo nido è ecofriendly

Rivista Franchising
#BabyLife
Baby Life, l’asilo nido a misura di bambino 0

MILANO – Baby Life, l’asilo nido a misura di bambino, è il primo asilo pubblico ed eco-sostenibile di Milano. Lo scorso luglio sono iniziati i lavori per la realizzazione della struttura, che sorgerà sul lato ovest di CityLife, in adiacenza a piazzale Arduino. Il progetto, che ha vinto il concorso promosso da City Life  in collaborazione con il Comune di Milano, è stato presentato dallo studio 02 Arch di Ettore Bergamasco e Andrea Starr-Stabile.   Il complesso è pensato secondo i criteri della bioclimatica e dell’edilizia sostenibile, con una struttura flessibile e multifunzionale. Sono previsti, infatti, orti didattici, attività dei bambini legate ai cinque sensi e dieci spazi esterni per il gioco, lo sviluppo del movimento, della conoscenza, delle emozioni. È previsto, inoltre,  l’uso di energie rinnovabili, tra cui pannelli fotovoltaici e radianti collegati alla rete di teleriscaldamento, la riduzione del consumo di acqua con il recupero di quella piovana, e la scelta di materiali costruttivi certificati, locali e riciclabili (pannelli in legno prefabbricato ecosostenibile, rivestimenti esterni a basso grado manutentivo, salubrità dei materiali interni). Per pavimenti, pareti, soffitti e  rivestimenti esterni  sarà utilizzato Eco legno.

Baby Life, gli obiettivi

La superficie totale è di circa 3mila metri quadrati di giardino protetto e mille metri quadrati di edificio scomposto in strutture in legno, organizzate intorno ad un atrio centrale. L’obiettivo del concorso era quello di creare spazi facilmente utilizzabili ma anche suggestivi così da poter stimolare la fantasia dei bambini, oltre a offrire un benessere di vita superiore, più attenta al rispetto dell’ambiente e alle risorse. Il parco esterno è pensato per permettere ai bambini di conoscere i ritmi del vivere all’aperto e del mondo vegetale, tramite attività didattiche che interessano tutte le aree di conoscenza motoria, verbale, non verbale ed emotivo-affettiva. Il complesso ospiterà circa 72 bambini da 0 a 3 anni.

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Linguista e scrittrice. Ha conseguito esperienze in campo nazionale ed internazionale, ricoprendo il ruolo di mediatrice per la difesa dei diritti umani e la risoluzione di conflitti globali. Adesso è impegnata ad acquisire tutte le competenze per poter fare del giornalismo la propria professione.