Rivista Franchising
Ami Pokè
Ami Pokè il primo Hawaiian Bar d’Italia.

ROMA – Si chiama Ami Pokè e si inserisce in una delle ultime tendenze food, quella dell’ Hawaiian Bar.   Il locale aprirà in primavera nel rione Monti e propone un format healthy e gourmet, centrato sul Pokè, che letteralmente significa “tagliato a pezzetti”,  pesce senza lische e fatto a quadrotti, tradizionalmente piovra o tonno, che nasce come piatto povero dei pescatori del Pacifico.

Ami Pokè: tante aperture in programma

Ami Pokè, ideato da un team di giovani capitanati da Alessandro De Crescenzo  sarà solamente il primo di una serie. Sono state annunciate infatti nuove aperture di Ami Pokè a Roma Eur, a Firenze e a Napoli. Lo chef, Marco di Carlo, sarà accompagnato in cucina da Alessio Ferrari. Il locale richiama con i suoi colori il paradiso delle Hawaii ed è stato progettato dall’architetto Corinna Josi. 

bowl salmone
Ami Pokè e la rivisitazione del classico cibo hawaiiano.

Ami Pokè proporrà ai clienti due versioni: “Build Your Own Bowl” attraverso la quale si potrà decidere come comporre il proprio piatto, scegliendo dalla base al topping e alle salse, e “Home” dove saranno presenti gli abbinamenti più famosi. Non mancheranno la bowl di riso, il pesce crudo marinato e la frutta tropicale dalle coste delle Hawaii.  L’inaugurazione è prevista  per il 21 marzo 2018, a Roma, in via della Madonna dei Monti 38 ed ospiterà circa 15  posti a sedere. Nel locale i clienti avranno la possibilità di servirsi da soli o di affidarsi  alla selezione dello chef. Ami Pokè, inoltre,  punterà molto anche sul take away e sarà presente sulle principali piattaforme italiane di consegna. In Italia esistono già alcune realtà specializzate in questo settore del food, come Waikiki Pokè, con base a Rimini, che ha lanciato un progetto in franchising. 
E’ poi Suriso, a  Napoli, na “Temakeria” dove i pokè sono serviti su un letto di riso o di spaghetti di soia o di insalata.

Rivista Franchising