Amarelli, dalla liquirizia allo store multimediale in Calabria

Rivista Franchising
amarelli
Amarelli apre un nuovo store multimediale

ROSSANO CALABRO – Amarelli apre un nuovo Store multimediale che, beneficiando della competenza delle maestranze calabresi e delle imprese artigiane locali, prevederà uno spazio espositivo per i prodotti Amarelli e un’ area didattica, con totem multimediali. Domenica 30 luglio il nuovo Factory Store Amarelli sarà regolarmente aperto al pubblico e vedrà ancora una volta la sapienza artigianale e le tecnologie all’avanguardia al servizio del territorio calabrese, in una vera e propria esperienza museale.

Amarelli, memoria ed innovazione

Lo spazio, progettato dall’architetto Geo Lanza, docente di retail design allo IED di Milano, coniuga la Galleria del Passato e la Galleria della modernità, con l’idea di condurre il visitatore attraverso oggetti e testimonianze di un passato lontano ed espedienti multimediali di supporto alla narrazione. Già nel XVI secolo, infatti, la famiglia commercializzava radici di liquirizia, che crescevano in abbondanza nei suoi latifondi. L’architetto Geo Lanza inoltre stimola i suoi studenti a partecipare al processo di rinnovamento del brand, in vista della realizzazione di un flagship Store da esportare in altre città d’Italia e nel mondo. Suggestivo anche l’interior design, che rende omaggio  ai colori della liquirizia nelle sue molteplici fasi di lavorazione, dal beige chiaro del gelato alla liquirizia al nero brillante delle pastiglie per il soffitto, al marrone tonaca di monaco della liquirizia in cottura per il pavimento in resina. Altro elemento di suggestione, il profumo di liquirizia che accompagna chi si muove nello Store, ricreato attraverso tecnologie all’avanguardia. Il cortile esterno, con un piccolo giardino nel chiostro dov’è stato ricavato un punto ristoro, sarà adibito per la vendita di gelati e altri prodotti freschi.

Amarelli
Pina Amarelli, memoria storica della tradizione omonima

Si tratta di una vera rivoluzione 4.0, un grande open space improntato alla modernità e all’esperienza multisensoriale, di collegamento tra il Museo e l’azienda, per dare un segnale forte della nostra presenza sul territorio. Siamo consapevoli del ruolo sociale dell’impresa: l’impresa è il territorio, deve saper mantenere viva la tradizione, sapersi rinnovare, interagire con gli stakeholder locali. Questo è un inizio, partiamo dal Sud con l’idea di  arrivare lontano. Forse a Milano, per cominciare, e poi chissà, la nostra crescita è costante, vogliamo investire sul valore della Calabria. Io lo definisco un modo post industriale di valorizzare la nostra storia e promuovere i prodotti Amarelli, dove il reale e il virtuale si incontrano, partendo dalla produzione per arrivare all’e-commerce.”  – ha affermato Pina Amarelli, la memoria storica della tradizione omonima, in rappresentanza delle 11 le generazioni che si sono avvicendate nei secoli.

Il Factory Store Amarelli segna dunque il primo passo verso l’internazionalizzazione del brand.

 

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Linguista e scrittrice. Ha conseguito esperienze in campo nazionale ed internazionale, ricoprendo il ruolo di mediatrice per la difesa dei diritti umani e la risoluzione di conflitti globali. Adesso è impegnata ad acquisire tutte le competenze per poter fare del giornalismo la propria professione.