Rivista Franchising
Alta Toscana Innova
L’Alta Toscana Innova lancia una sfida agli Istituti Tecnici e Professionali

FIRENZE- L’Alta Toscana Innova è una società nata per offrire sostegno finanziario sia alle attività imprenditoriali nuove sia a quelle già esistenti. La società ha recentemente creato un nuovo sito internet che sarà messo a disposizione delle startup innovative e delle imprese del territorio dell’Alta Toscana, ma che servirà anche a lanciare una nuova sfida agli istituti medi superiori. Il nuovo sito, infatti, permetterà alle scuole, nello specifico agli Istituti Tecnici e Professionali, di mettersi in gioco provando a risolvere i problemi produttivi e commerciali delle aziende del territorio. La società è fermamente convinta che lo sviluppo dell’imprenditoria locale possa essere realizzato non solo attraverso il sostegno alle startup innovative, ma anche incentivando la collaborazione tra le imprese del territorio e gli istituti professionali. Sul sito della società, infatti, affermano “L’obiettivo che, in particolare, si intende perseguire è quello di favorire e sostenere, attraverso specifici strumenti, percorsi formativi che possano stimolare e valorizzare la creatività, lo spirito di innovazione, l’impiego delle nuove tecnologie tipiche delle nuove generazioni, in risposta a concreti fabbisogni di evoluzione presenti all’interno del mondo delle imprese. Per questo abbiamo lanciato una sfida agli istituti medi superiori“.

L’Alta Toscana Innova lancia una sfida agli Istituti Tecnici e Professionali

Quella lanciata dalla società toscana è una vera e propria sfida il cui obiettivo è quello di offrire agli studenti un’esperienza professionalizzante a stretto contatto con le imprese. La sfida è rivolta prevalentemente agli studenti degli ultimi due anni che frequentano gli Istituti Tecnici e Professionali iscritti alla piattaforma online disponibile sul sito di Alta Toscana Innova. Gli istituti che intendono partecipare possono aderire da soli o in collaborazione tra di loro, con una o più classi e creare uno o più team di lavoro. Tutte le classi dovranno essere coordinate da un docente e la partecipazione al progetto potrà essere inserita tra le attività dedicate all’Alternanza Scuola-Lavoro. Le attività delle scuole verranno valutate dal Comitato per la Valutazione tecnica ed economico-finanziaria ed i progetti considerati meritevoli riceveranno una somma di danaro a titolo di rimborso spese.

 

Rivista Franchising
CONDIVIDI
Aspirante giornalista pubblicista e studentessa di Giurisprudenza della Federico II di Napoli. Ha collaborato con alcuni portali di social journalism e lavorato per alcuni marketplace come articolista e ghostwriter. Ama i telefilm, la musica e sin dalla tenera età adora viaggiare.