Rivista Franchising

giri di pasta Oggi per trasformare un brand del food in un successo gli imprenditori puntano spesso su
due caratteristiche: la capacità di seguire la tradizione, che crea una sorta di riconoscimento nei consumatori, e la modernità, che rende più fruibile il prodotto. E così hanno fatto Dario Savarese ed Eduardo Manco, quarantenni napoletani, creatori di Giri di Pasta, il take away della ‘frittata di maccheroni’, must della tradizione culinaria partenopea riletta, però, in chiave moderna.

Com’è nata l’idea Giri di Pasta?
Giri di Pasta nasce da noi, dalle nostre esperienze. Sia io che Eduardo abbiamo portato
in quest’idea le nostre competenze, acquisite in ambiti trasversali alla ristorazione. Io dirigo un’agenzia di comunicazione specializzata nel food, ormai da otto anni. Eduardo invece, ha un’azienda che fornisce attrezzature per la ristorazione in tutto il territorio nazionale. Da un’analisi di mercato ci siamo resi conto che, nell’ambito della ristorazione, mancava proprio uno dei prodotti più amati della tradizione napoletana: la frittata di pasta. Sapevamo però che, per renderla fruibile a tutti, dovevamo spogliarla di quell’aura di semplicità tipica dei piatti della tradizione e rileggerla in chiave moderna. Abbiamo così dato vita a un menù che abbraccia tutte le esigenze attuali, dal biologico al prodotto
per celiaci, e per tutti i gusti, dal vegetariano al vegano, con materie prime di qualità e produzioni rintracciabili.

franchising frittatina franchising giri di pasta franchising ristorazione take away

 

 

 

Perché avete deciso di sviluppare un format in franchising?
Fondamentalmente il nostro è un prodotto che piace a tutti, grandi e piccoli, con un ottimo compromesso tra qualità e prezzo, su cui abbiamo cucito un’immagine moderna e social. Di fatto, l’efficacia comunicativa del brand ci ha portato ad avere già ventidue richieste di affiliazione, provenienti da tutta Italia, ben dieci giorni prima dell’apertura del primo locale a Napoli, in via Tribunali, avvenuta lo scorso mese di novembre. Questo ci ha dato la conferma che il nostro è un format in franchising smart e veloce, le spese di avvio e gestione sono contenute e noi siamo pronti a seguire personalmente gli affiliati in ogni fase di sviluppo. Siamo ottimisti e per questo vogliamo puntare in alto: ci aspettiamo almeno venti aperture in tutto il territorio nazionale nell’arco del 2017 e, subito dopo, punteremo all’Europa.

Per ulteriori informazioni su questo “Franchising in Start” contattare redazione@start-franchising.it

Rivista Franchising