Rivista Franchising

amministratore delegato ciscoTrasformare Palermo in una smartcity, un “laboratorio a cielo aperto” di innovazione tecnologica e sociale, che getti le basi per una smart community. In altre parole, una comunità intelligente e interconnessa, dotata di una rete di infrastrutture e di competenze che faciliti la realizzazione di nuovi servizi e dia spazio al potenziale di innovazione già presente nel territorio. E’ l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato recentemente tra Cisco, multinazionale tra i leader mondiali del settore IT, e il Comune di Palermo. L’accordo si avvale anche della collaborazione di Italtel S.p.A, azienda che è anche storicamente presente nel territorio siciliano, in particolare con un centro di competenza per l’Internet of cisco-e-italtelThings con sede a Carini (PA). Il protocollo di intesa prevede lo sviluppo di tre filoni di attività, legati alla formazione – intesa anche come strumento di inclusione sociale – alla implementazione di tecnologie smartcity e al supporto per lo sviluppo territoriale e le startup.

Palermo: un laboratorio a cielo aperto

Nel quadro del protocollo si dà il via a un progetto per creare nel centro di Palermo, al cuore del cosiddetto “Percorso Arabo Normannopatrimonio riconosciuto da UNESCO, un’area dotata di una piattaforma tecnologica innovativa, che crea le condizioni necessarie per lo sviluppo di nuovi servizi “smart” per il cittadino, le imprese, i turisti.
Il progetto prevede la copertura dell’area con connessione Wi-Fi e la creazione di una
piattaforma tecnologica “in cloud”, sostenuta dalle più moderne soluzioni data center. Sarà sviluppata congiuntamente dalla società in house per i servizi informativi del Comune di Palermo SISPI, da Cisco e da Italtel, con il supporto dell’Assessorato all’Innovazione del Comune e relativa area preposta. Si realizza così un “living lab” – un laboratorio a cielo aperto che offre a cittadini, imprese, startup una base tecnologica sicura ed efficiente per sviluppare e offrire prodotti o servizi innovativi rivolti ai più diversi pubblici: abitanti, turisti, altre imprese, amministrazioni locali.

La città di Palermo diventa smart

cisco-e-italtel-2

Il progetto è stato così concepito ispirandosi a esperienze di successo a livello internazionale, ad esempio una simile iniziativa di living lab realizzata in collaborazione con Cisco nella città di Copenhagen. Si tratta, inoltre, di un modello applicato – su scala molto più vasta – in occasione di Expo Milano 2015, quando fu realizzata nel sito dell’evento una smart city dotata di infrastrutture di nuova generazione create da Cisco e dagli altri partner tecnologici; la piattaforma tecnologica creata, aperta allo sviluppo di prodotti e servizi a tutti gli attori presenti sul territorio, ha creato una “rete” di servizi innovativi per i cittadini rimasta in eredità dopo la chiusura dell’evento. “(…) L’accordo con un’azienda leader mondiale come Cisco e la collaborazione con Italtel e Università ci permettono di gettare le basi per una programma di ampio respiro che ruota attorno all’innovazione a 360 gradi. Innovazione intesa come utilizzo delle più moderne infrastrutture e tecnologie digitali, ma soprattutto innovazione nell’approccio ai problemi e nella ideazione delle soluzioni (…)”, ha dichiarato Leoluca Orlando, Sindaco del Comune di Palermo.

Fonte: www.cisco.com

Per ulteriori informazioni sulle smartcity contatta: redazione@start-franchising.it

Rivista Franchising